Pagina iniziale

Chi siamo

Links

Contattaci

Alcune Manipolazioni Osteopatiche

1. La manipolazione osteo-articolare:

La manipolazione osteo-articolare è una tecnica Osteopatica manuale metodologica precisa e rigorosa, che richiede specificità. Con grande precisione e cura, il professionista ristabilisce delicatamente il rapporto fisiologico naturale fra le componenti articolari. L'obiettivo è ottenere la mobilità sufficiente fra gli elementi che contengono l'unità funzionale articolare.

Dr. Still definì la tecnica come un'azione delicata e precisa, che rispetta il carattere dinamico della materia vivente. Parecchi Osteopati hanno seguito quel percorso, nello sviluppare il concetto e nel conciliare le tecniche.
Le articolazioni lesionate sostengono una grande inerzia dovuta alle forze traumatiche. Nel realizzare la manipolazione Osteopatica, usando "un impulso", il nostro scopo è ristabilire un adeguato movimento fisiologico dell'articolazione, rimuovendo lo sforzo. Questo tipo di tecnica è molto conveniente, poiché è molto precisa, non necessita assolutamente di forza e fornisce sollievo duraturo. Ed è molto apprezzata dai pazienti.

2. La normalizzazione delle tensioni miofasciali (muscoli e fasce):

L’Osteopata palpa le tensioni all'interno del sistema muscolare e le relative fasce. Queste tensioni limitano l’ampiezza di movimento delle strutture e disturbano la loro sinergia. Le cinque catene miofasciali formano un'unità funzionale e sono responsabili dell'equilibrio della struttura del corpo.
Il lavoro consiste nel generare manualmente un equilibrio reciproco fra le catene miofasciali, con l'uso di differenti metodi terapeutici, ognuno dei quali ha un'indicazione e una funzione precise.
Per esempio:

• il trattamento osteopatico manuale consiste nel normalizzare tutte le parti dell'organismo mobilitando in senso ritmico gli elementi differenti in sequenza.
• il rilassamento miofasciale riduce le tensioni dai loro punti d’origine alle loro differenti espansioni dentro il corpo.
• Metodo ad energia muscolare e quello isometrico di Fred Mitchell, D.O. F.A.A.O., per guadagnare libertà di movimento liberando le contratture che riducono le fibre del muscolo e limitano le strutture osteo-articolari.
• il metodo Isolitico per rilassare le tensioni dovute ad archi riflessi.
• il metodo di Isokinetico per rinforzare i muscoli.
• il rilassamento di segni traumatici o emozionali all’interno dei tessuti.
Strain e Counterstrain per normalizzare gli spasmi dovuti al trauma che interessa la rete e le fibre del tessuto come descritte da Lawrence H. Jones. D.O., F.A.A.O.
l'equilibrio reciproco della catena centrale di Philippe Druelle, da D.O.
• Tecniche Thrust, Alta Velocità, Bassa Ampiezza, dirette, o recoil indirette.

3. La normalizzazione manuale viscerale:

È con la teoria e la pratica dell'articolazione dei visceri che otteniamo una comprensione completa delle interrelazioni fisiologiche fra il sistema musculo-scheletrico e le disfunzioni organiche; le interrelazioni somato-viscerali o viscero-somatiche.
Questo tipo di manipolazione è indicata nei seguenti stati:

• disfunzione viscerale o organica secondaria alle disfunzioni vertebrali
• sindromi riferibili a dolori di origine organica
• ptosi organiche o viscerali, con pressione sopra a vasi, nervi e visceri adiacenti con conseguenti dispersioni funzionali
• adesioni delle cicatrici
• spasmi viscerali di origine somatica
• limitazioni viscerali di mobilità all'interno del loro membrana sierosa, generanti i tensioni sul sistema muscolo-scheletrico
• squilibrio all'interno del sistema nervoso autonomo etc.

4. L’Osteopatia craniale, all'unità funzionale cranio-sacrale ed all'unità corporea:

La parte differente della sfera cranica e dell'unità funzionale cranio-sacrale, così come tutti i tessuti dell'organismo, ha una micro-mobilità relativa inerente ai processi Naturali della Vita. Ciò è espresso seguendo una frequenza di 12 periodi per cicli di un minuto, indipendente dai ritmi cardiaci o respiratori (meccanismo respiratorio primario)

Le possibilità proprioceptive della mano del professionista, gli permettono di palpare ed aumentare questo ritmo.Il termine usato per questo metodo è tessuto “che ascolta”. Questo metodo permette la valutazione precisa della quantità e della qualità dei micro-movimenti delle suture, dei tensionamenti endocraniali e di altri tessuti.
L'obiettivo è rimuovere le compressioni all'interno delle differenti unità per facilitare le funzioni vascolari, nervose e biologiche.

Indicazioni:

• a seguito di un trauma cranico
• a seguito di un trauma neonatale in infanti con sviluppo alterato del neuro-motore
• disfunzione della Articolazione TemporoMandibolare e dello squilibrio di occlusione
• nevralgia facciale (nervo trigemino, etc.)
• mal di testa, emicranie, sindromi da post contusione
• squilibri posturali o disfunzioni viscerali, influenzati dal sistema nervoso autonomo
• disordini che interessano coordinazione, posizione verticale e le funzioni vitali dell'organismo
• Entrapments vascolari e spasmi endocraniali (Philippe Druelle D.O.)

 

Giovanni Turchetti

Articoli

» Alcune Manipolazioni Osteopatiche
» Anatomia e Fisiologia del Trauma, il Dolore e la sua Soluzione
» Prevenzione
» RIT: la Soluzione
» Sprain e Strain
» VIRTU’ E LIMITI DELL’OSTEOPATIA

Ricerca veloce:

Dott. Giovanni Turchetti DO ND
Membro della British Osteopathic Association (BOA)
Membro del Australian Osteopathic Association (AOA)
Membro del Deutscher Verband für Osteopathische Medizin (DVOM)
V.le Nervi 04100 LATINA - Tel. 347/3270604 339/6641830 - Email: info@osteopata.it

c/o studio "Lodispoto" - Via Eleonora Duse 22 00197 Roma Tel. 06/8074686 06/80690390
c/o "Simoncelli" - Piazza Santa Restituta 21 Sora FR Tel.0776/832100


AVVISO AI NAVIGANTI

Si invitato i gentili visitatori a diffidare da alcuni commenti ancor presenti su internet che ledono la dignità, il decoro professionale ed il prestigio del dott. Giovanni Turchetti e del suo staff. Verso il responsabile di tali ingiurie e diffamazioni si sono intraprese le più adeguate iniziative legali in Italia e all'estero. Teniamo altresì a precisare che l'autore di tali azioni non è, ne è mai stato un paziente del dott. Turchetti.
Per avere maggiori informazioni in merito alla vicenda è possibile scrivere a info@osteopata.it. Saremo ben lieti di poter dissipare nel visitatore tutti i dubbi eventualmente sorti navigando su siti poco "affidabili".


Copyright© 2006-2009. Tutti i diritti riservati. Informativa legale
Sito web progettato e realizzato da CreazioneSiti.it